Nota 1

È ormai generalmente riconosciuto che la conoscenza non può essere convogliata già pronta dal docente al discente, ma è il frutto di una personale costruzione legata all'esperienza, allo stile cognitivo e al personale coinvolgimento del singolo, così come al contesto in cui si espleta [3,4].
Particolarmente delicato risulta l'apprendimento della meccanica[5], in cui modelli interpretativi spontanei incoerenti e provvisori si sovrappongono a quelli scientifici [6], mentre vi è piuttosto il bisogno di imparare a costruire modelli fisici [7,8] per capire le basi dell'interpretazione propria della disciplina.