Home » Search

Risultati della ricerca

n. 72 dicembre »

[20 dic 2010 | A CURA DI STEFANO RUGGIERI E FABIO BALLOR, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO | ]
Editoriale

Le «forme» della comunicazione mediata dal computer hanno subito, in quest’ultimo ventennio,  profonde trasformazioni, collegate soprattutto allo sviluppo e la diffusione delle ICT. Spesso, infatti, si resta profondamente colpiti da come i nativi digitali interagiscano tra loro e da come questa comunicazione – in termini di forme linguistiche utilizzate, di oggetti della discussione e di modalità relazionali – rifletta, ed in parte ricalchi, l’interazione che avviene sul Web. Sono sempre più numerosi gli studi che dimostrano come l’interazione sociale rappresenti uno degli …

n. 72 dicembre »

[20 dic 2010 | DI STEFANO RUGGIERI, FABIO BALLOR E STEFANO BOCA, DIPARTIMENTO DI PSICOLOGIA, UNIVERSITÀ DI PALERMO | ]

Abstract. Il ruolo speciale degli aspetti sociali all’interno dei contesti di Comunicazione Mediata dal Computer è sempre più evidente. Lo scritto analizza come si giunge a una concettualizzazione dell’ergonomia sociale a partire da modelli teorici consolidati e da prospettive diverse, al fine di giungere a una proposta volta a ricercare la migliore progettazione dei sistemi formativi al fine di avere un apprendimento efficace.
Parole chiave: ergonomia sociale, sistemi formativi, CMC.
Summary. The importance of social side in Computer Mediated Communication is greater than in …

n. 72 dicembre »

[20 dic 2010 | DI STEFANO RUGGIERI E FABIO BALLOR, DIPARTIMENTO DI PSICOLOGIA, UNIVERSITÀ DI PALERMO | ]

Abstract. Tra i diversi ambiti di ricerca, quello che assume il ruolo più importante per la prospettiva dell’ergonomia sociale è in buona parte rappresentato dagli studi sulla leadership.
L’importanza di una leadership nella guida di un gruppo per il raggiungimento di risultati, sia in termini di efficacia ed efficienza, sia in termini di soddisfazione per i partecipanti al gruppo, è condizione nota e segnalata da innumerevoli ricerche. Disegnare e favorire le migliori condizioni affinché, all’interno dei contesti di Comunicazione Mediata dal Computer …

n. 47 ottobre/novembre 2006 »

[21 ott 2006 | di Fabio Ballor* E-mail: fabio@ballor.net | ]

Il “Rapid e-Learning”, termine relativamente nuovo nel panorama dell’e-learning, identifica sia un insieme di strumenti software che una metodologia finalizzata a produrre ed erogare materiali didattici a basso costo e con tempi ridotti di sviluppo.
Perché il Rapid e-Learning ha ottenuto un grande successo? Che differenze ci sono rispetto all’e-learning tradizionale? Qual è il ruolo in questo ambito di alcune figure chiave dei processi di sviluppo? La tesi sostenuta è che il Rapid e-Learning è a tutti gli effetti uno strumento utile per la formazione, a condizione che venga pensato ed …