Home » Search

Risultati della ricerca

n. 53 novembre/dicembre 2007 »

[21 dic 2007 | di Patrizia Gallaccio dott.ssa in Scienze della comunicazione Sapienza Roma | ]

Se il ricovero in ospedale costituisce un trauma per gli adulti, tanto più lo è per i bambini e i ragazzi che non sempre riescono a capire perché proprio quando si sentono male e desiderano restare a casa, i loro genitori decidono di portarli in un ambiente, l’ospedale, che suscita in loro ansie e paure. L’intento della mia tesi di laurea “Le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) nella scuola in ospedale” [1] è stato quello di spiegare come, all’interno dell’ospedale, la scuola possa aiutare il giovane degente a vivere …