Home » Search

Risultati della ricerca

n. 79 maggio/settembre »

[11 set 2012 | di Marco Guastavigna | ]

L’articolo descrive in forma di testimonianza HyperFilm, prototipo degli ambienti attuali sperimentato da alcune scuole torinesi negli anni 1999-2001

n. 68 maggio »

[3 mag 2010 | di Marco Guastavigna, Docente di scuola superiore, formatore e autore di numerose pubblicazioni a stampa e digitali, tiene traccia delle proprie attività in www.noiosito.it | ]
Editoriale

Nella scuola e tra gli insegnanti è ancora molto diffusa una visione ingenua dell’innovazione tecnologica o, per meglio dire, delle innovazioni tecnologiche e delle loro implicazioni didattiche, professionali, organizzative, tutta fondata sul Futuro. I post-integrati continuano a pensare di dover rincorrere l’ultima novità, l’ultimo software, l’ultimo dispositivo, l’ultimo sito, possibilmente social; i post-apocalittici sono fortemente convinti che la sola soluzione possibile per fronteggiare l’avanzata di strumenti e ambienti giudicati ingovernabili sia attuare nei loro confronti una sorta di apartheid intellettuale. Nella sostanza, …

n. 68 maggio »

[3 mag 2010 | di Marco Guastavigna* e Patrizia Vayola** | ]

*Docente di scuola secondaria di II grado, formatore e autore di numerose pubblicazioni a stampa e digitali, tiene traccia delle proprie attività in www.noiosito.it
** Docente di lettere di scuola di scuola secondaria di II grado, formatrice e autrice di diverse pubblicazioni a stampa e digitali, gestisce il sito Bibliolab  (http://www.bibliolab.it )
Abstract. La formazione dei docenti negli ultimi venti anni è stata attuata con contenuti, modelli e contesti molto diversi.

n. 63 settembre/ottobre 2009 »

[2 ott 2009 | di Marina Boscaino e Marco Guastavigna | ]

Anche se la documentazione sul programma eTwinning reperibile su Internet è davvero molto abbondante, non è impresa semplice tracciare un bilancio congruente con lo scopo di questo numero di Form@re a proposito delle esperienze condotte dalle scuole all’interno dei programmi comunitari in tema di TIC e apprendimento e in particolare di E-eTwinning – “Gemellaggio elettronico tra scuole europee, un nuovo strumento per creare partenariati pedagogici innovativi grazie all’applicazione delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione”.
Abbiamo tratto la definizione dal sito dell’Unità Nazionale eTwinning …

n. 60 gennaio/febbraio 2009 »

[1 gen 2009 | di Marco Guastavigna * | ]

One laptop per child, digital divide e computer nei percorsi formativi

 

“Immagina che ogni bambino in ogni parte del mondo possa accedere ad un universo di conoscenze”: possiamo tradurre così la prima suggestiva frase dell’intervento virtuale di John Lennon come testimonial del progetto "One laptop per child, Un portatile per ogni bambino" contro il digital divide a livello planetario. Da qualche mese chiunque può farsi parte attiva di OLPC donando un computer a un bambino di un paese “in via di sviluppo”.

Chi scrive lo ha fatto sfruttando la rete di distribuzione …

n. 60 gennaio/febbraio 2009 »

[1 gen 2009 | Marco Guastavigna, docente di scuola superiore, formatore ed autore di numerose pubblicazioni a stampa e digitali, tiene traccia delle proprie attività in www.noiosito.it | ]

Analizzare XO da un punto di vista ergonomico non è affatto semplice, soprattutto se non ci si limita alla prima impressione: la premessa sembra smentire il titolo, ma – per comprendere – è necessario proseguire con la lettura. Pur con tutta la buona volontà e la piena consapevolezza che fosse necessario assumere un atteggiamento “neutrale”, infatti, mi sono accostato al laptop per bambini non potendo ignorare il bagaglio pratico e mentale a mia disposizione, fortemente condizionato dall’abitudine a maneggiare dispositivi che funzionano sulla base dei principi ergonomici tipici dei sistemi …

n. 26 aprile 2004 »

[26 apr 2004 | Marco Guastavigna | ]

Le mappe concettuali hanno suscitato un grande interesse tra gli insegnanti in occasione della prima edizione in Italia del testo teorico di riferimento di Novak e Gowin (1). In questi ultimi anni, poi, nella scuola sono ulteriormente cresciuti la convinzione della validità di questo metodo, fortemente intrecciato sul piano cognitivo con le tematiche dell’apprendimento significativo e della didattica di impostazione costruttivista. Un contributo importante è stata certamente la pubblicazione di un nuovo e molto stimolante libro di Novak (2), ma sono convinto che anche il diffondersi di un certo numero …