Home » Search

Risultati della ricerca

n. 66 gennaio/febbraio »

[26 feb 2010 | di Maria Chiara Pettenati, DET – Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni, Facoltà di Ingegneria, Università di Firenze | ]

Abstract. Nel mondo delle tecnologie per la conoscenza è emersa la nuova parola chiave: Personal Web. L’Horizon Report 2009, nel proporre all’attenzione della comunità dell’e-learning questo concetto, ne esalta le potenzialità per la crescita di conoscenza: «la gestione dell’informazione è molto più facile di quanto non lo sia stato prima grazie a strumenti di publishing facili da usare per ogni tipo e forma di contenuti». Il Personal Web rende la gestione dell’informazione «easier than never before», più facile di quanto non sia mai …

n. 36 luglio 2005 »

[19 mag 2005 | a cura di Maria Chiara Pettenati Ricercatore DET (Dip. di Elettronica e Telecomunicazioni) Università di Firenze E-mail: Mariachiara.pettenati@unifi.it | ]

PRISMA: 12 colori da esperienze post-Master Dal Master in Progettista e Gestore della Formazione in Rete dell’Università di Firenze

Questo numero è un arcobaleno estivo: uno spettro di colori diversi …

n. 23 novembre/dicembre 2003 »

[23 nov 2003 | di Maria Chiara Pettenati Università degli Studi di Firenze | ]

Risale agli ultimi giorni di novembre la notizia che riguarda l’approvazione del piano di …

n. 23 novembre/dicembre 2003 »

[22 nov 2003 | Ioana Codoban (ioanacodoban@acm.org, ioanacodoban@psychology.ro) | ]

L’impatto delle tecnologie della telematica in molte attività della vita delle persone diventa sempre più evidente e difficile da trascurare. In particolar modo una grande attenzione della comunità scientifica è rivolta al settore della formazione. Lo straordinario impiego delle tecnologie telematiche è motivato in prima istanza dai vantaggi immediati che la tecnologia sembra offrire: superare i limiti temporali e spaziali. A livello economico questo si traduce nel fatto che un’università potrà allargare la sua offerta formativa a persone che non risiedono nella stessa aria geografica, guadagnando così studenti. Anche per …

n. 15 novembre 2002 »

[15 nov 2002 | di Maria Chiara Pettenati pettenati@achille.det.unifi.it Facoltà di Ingegneria - Università degli Studi di Firenze | ]

Mi accingo a scrivere queste note per presentare il numero di novembre di Form@re sull’università virtuale in un momento in cui la situazione economica delle università italiane sembra assai critica. Le risorse economiche loro destinate paiono non essere sufficienti a garantire il normale funzionamento delle strutture: la questione più urgente dibattuta dagli organi gestionali è quella di trovare un modo per “sopravvivere” al momento di crisi. Però…

il tema che discutiamo in questo numero – l’università virtuale – è, secondo me, uno tra gli importanti strumenti di innovazione capaci di trasformare …

n. 15 novembre 2002 »

[15 nov 2002 | di Maria Chiara Pettenati pettenati@achille.det.unifi.it Facoltà di Ingegneria - Università di Firenze | ]

 
L’università è impegnata per sua natura nella produzione, trasferimento e diffusione della conoscenza, obiettivi che soddisfa rispettivamente nel collegamento tra la ricerca, la formazione e la divulgazione dei lavori scientifici. Questi tre aspetti sono, e devono rimanere, strettamente collegati pena il collasso dell’intero sistema. Se la catena funziona, si genera invece valore economico e sociale.
Il tema delle nuove tecnologie – sempre più diffuse tra docenti, ricercatori e studenti – rimane
spinoso in sede di discussione tra i soggetti decisori dell’Università: la sfida diventa quella di orientarsi e trovare un cammino giusto …

n. 9/10 marzo/aprile 2002 »

[9 mar 2002 | di Maria Chiara Pettenati Professore a contratto del corso Laboratorio di Telematica, Facoltà di Ingegneria, Università di Firenze Internet: http://radar.det.unifi.it/people/Pettenati E-mail: pettenati@achille.det.unifi.it | ]

Accade sempre più spesso all’università di assistere ad esperienze di uso di nuove tecnologie nella didattica. Fioriscono le sperimentazioni, le innovazioni, veri e propri corsi interamente online, addirittura interi corsi di laurea, lauree specialistiche, master e corsi di dottorato. Vedendo questi esempi sorgono però spontanee queste domande: come avranno fatto a farlo? se volessi farlo anche io, potrei usare gli strumenti, i metodi, le regole etc. che hanno usato loro? Ovvero: quali sono le condizioni per cui l’esperienza fatta diventa ripetibile?
Si tratta di una questione cruciale che richiede un’attenta riflessione, …