Home » n. 28 giugno 2004

Editoriale

28 giugno 2004 | di Pier Giuseppe Rossi

Il termine personalizzazione attualmente è uno dei più utilizzati nel pedagogese e non solo. Un impulso in questa direzione è stato fornito anche dalla riforma Moratti dove la personalizzazione è una delle parole chiave dell'intero progetto. Anche nel campo del knowledge management e delle comunità di pratica del mondo del lavoro si pone massima attenzione alla personalizzazione. L'uso frequente del termine non equivale tuttavia ad una condivisione di significato.

Analizzando vari autori risultano accezioni molto diverse. Se in tutte la personalizzazione indica attività differenziate per differenti utenti, chi opera la differenziazione e come si attua varia considerevolmente. Alcuni autori, come si vedrà, sottolineano la differenza tra personalizzazione e individualizzazione. I contributi che seguono vogliono esplorare le differenti focalizzazioni del termine e i significati che esso assume in ambiti differenti; vogliono confrontare tali posizioni divergenti ed individuare possibili sinergie tra apparenti distanze con una vicinanza dei testi, che, speriamo, non sia solo data dal supporto. Si analizzeranno e confronteranno le varie posizioni teoriche e si analizzeranno soluzioni offerte dalle nuove tecnologie in differenti campi. Il primo contributo (Personalizzazione e individualizzazione di P.G. Rossi) analizza la personalizzazione da un punto di vista teorico nel campo soprattutto didattico e le possibili articolazioni favorite dalle Nuove Tecnologie ed il secondo (Ipermedia adattativi per l'istruzione a distanza di E. Toppano) esamina gli Ipermedia adattativi per l'istruzione a distanza Si presenteranno poi modalità di intendere la personalizzazione contestualizzate in settori specifici: nella didattica disciplinare (Insegnamento della fisica: Personalizzazione e nuove tecnologie in fisica di Marisa Michelini), nella didattica generale (Personalizzazione, didattica e nuove tecnologie di P.G. Rossi), nella produzione di materiale didattico da parte del docente con modalità friendly. (MTeach: produzione di materiale didattico multimediale contestualizzato di P.L. Montessoro e R. Cicuttini). Sarà descritto poi l'E-portfolio come approccio personalizzato alla valutazione. (Personalizzazione, apprendimento e valutazione: l'E-portfolio di G. Alessandri, P. Magnoler e P.G. Rossi). Il contributo finale (Personalizzazione nel knowledge management di C. Tasso) parte dal knowledge management e illustra due prodotti (il portale del corso di laurea di Tecnologie web e multimediali ed un web forum di nuova progettazione) come esempi di prodotti resi possibili dalle tecnologie nate nel semantic web e indirizzate alla personalizzazione.


Avanti >>