Home » n. 34 marzo/aprile 2005

Politecnico di Milano-Università di Tianjin: l’e-learning a supporto dell’internazionalizzazione

19 marzo 2005 | Susanna Sancassani, vicedirettore centro METID

Internazionalizzazione é una brutta parola. Brutta, intendo, in termini estetici: suona male e rischiamo sempre di imbrogliarci nel pronunciarla. Ma è una di quelle parole che ultimamente sentiamo sempre più spesso, anche nei contesti universitari, e ormai ci abbiamo fatto l’abitudine.
L’idea che sottende é quella di una tensione verso lo sviluppo di nuovi e più intensi rapporti con realtà internazionali: scambi didattici e culturali, attività di ricerca congiunte e così via.
Benché diamo ormai tutti per scontato che si tratti di una direzione stimolante e potenzialmente molto ricca di benefici, passare dalle parole ai fatti in questo contesto non é sempre semplice: attivare progetti in cui si sviluppi un processo di integrazione tra i nostri approcci didattici e quelli di una realtà straniera pone numerose difficoltà teoriche, pratiche e organizzative. Non solo si tratta solo di individuare interventi coerenti con percorsi curricolari non sempre coincidenti con i nostri, o di scegliere approcci didattici e stili comunicativi efficaci in contesti non sempre ben conosciuti, ma anche, banalmente, di farsi carico di una serie di problematiche organizzative connesse al fatto di spostare risorse umane (docenti o studenti) da un Paese all’altro per lunghi periodi, cosa che non é sempre agevole e che comporta costi non trascurabili.
Basterebbero queste considerazioni per suggerire l’ipotesi che l’e-learning, con la sua intrinseca possibilità di svincolare la contestualità spaziale dei soggetti didattici e le opportunità che offre in termini di personalizzazione di approcci e contenuti, possa costituire un interessante supporto per iniziative di scambi internazionali, in particolare verso quei Paesi, come ad esempio quelli dell’Estremo Oriente, in cui gli aspetti organizzativi possono presentarsi maggiormente complessi da gestire.


<< Indietro