Home » Archive

Annata 2002

n. 15 novembre 2002 »

[15 nov 2002 | di Maria Chiara Pettenati pettenati@achille.det.unifi.it Facoltà di Ingegneria - Università di Firenze ]
  L'università è impegnata per sua natura nella produzione, trasferimento e diffusione della conoscenza, obiettivi che soddisfa rispettivamente nel collegamento tra la ricerca, la formazione e la divulgazione dei lavori scientifici. Questi tre aspetti sono, e ...
[15 nov 2002 | di Leonardo Bargigli bargigli@achille.det.unifi.it Filosofia, Dottorando di Ricerca in Telematica e Società dell'Informazione Università degli Studi di Firenze ]
Le previsioni sullo sviluppo dell'e-learning non tengono generalmente in adeguata considerazione i cambiamenti negli assetti organizzativi e sociali richiesti dall'introduzione delle ICT (Information and Communication Technologies) in ambito educativo. Il modello proposto da ...
[15 nov 2002 | di Maria Ranieri maria.ranieri@katamail.com Filosofia, Dottorando di Ricerca in Telematica e Società dell'Informazione Università degli Studi di Firenze ]
L'università è oggi oggetto di profonde trasformazioni, in particolare dietro l'influsso delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione stiamo assistendo ad un processo di virtualizzazione ...
[15 nov 2002 | di Paolo Bussotti bussotti@achille.det.unifi.it Ingegneria, Assegnista di ricerca - Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Università degli Studi di Firenze. ]
La ricerca in corso sugli ambienti interattivi di rete, tra cui quelli a supporto dell'educazione, ha una grande rilevanza nel discorso sull'università virtuale. Essa implica una ridefinizione di concetti vaghi seppur diffusi, come ...
[15 nov 2002 | di Daniela Selisca daniela.selisca@unifi.it Personale tecnico-amministrativo Polo Scientifico Università di Firenze e Riccardo Martelli riccardo@dicea.unifi.it Personale tecnico-amministrativo Dipartimento Ing. Civile Università di Firenze ]
Questo contributo discute i risultati preliminari del lavoro da noi condotto per la preparazione della tesi di Master in "Progettista e gestore di formazione in rete" dell'Università di Firenze. La ricerca in oggetto è stata progettata e realizzata allo scopo ...
[15 nov 2002 | di Nicola Benvenuti benvenuti_n@unifi.it Biblioteca di Scienze Tecnologiche, Università degli Studi di Firenze e Daniela Orati daniela.orati@unifi.it Responsabile dell' Ufficio Formazione e Sviluppo Professionale del Personale Università degli Studi di Firenze ]
Questo lavoro illustra sinteticamente alcuni temi da noi trattati nel progetto finale per la tesi di Master in "Progettista e Gestore della Formazione in rete". Facendo riferimento ad alcuni concetti fondamentali del Knowledge ...
[15 nov 2002 | di Tommaso Pucci tompucci@freemail.it Scienze Politiche, Dottorando in Telematica e Società dell'Informazione Università degli Studi di Firenze. ]
La Società dell'Informazione non è Globale. Sono ancora troppi gli esclusi dalla società digitale: coloro che non hanno accesso all'informazione ed alla conoscenza e che anche per questo motivo si ritroveranno sempre più ...
[15 nov 2002 | di Fabrizio Rozzi fabriziorozzi@iol.it Lettere, Dottorando di Ricerca in Telematica e Società dell'Informazione Università degli Studi di Firenze ]
L'intervento illustra il nuovo concetto di competenza che secondo Guy Le Boterf deve essere un punto di riferimento per chi si occupa di formare, gestire e sviluppare le persone. In particolare viene ribadita ...
[15 nov 2002 | di Leonardo Boselli leo@dicea.unifi.it Responsabile Nucleo Informatico e Telematico Dipartimento di Ing. Civile, Università degli Studi di Firenze ]
Durante i mesi di Settembre e Ottobre 2002 ho condotto una ricerca sulle piattaforme per e-learning come parte del progetto finale per la mia tesi di Master in Progettista e Gestore della Formazione in Rete. Allo scopo di sottolineare ...
[15 nov 2002 | di Elizabeth Guerin guerin@achille.det.unifi.it Lettore di Lingua Inglese, Università di Firenze ]
Che si tratti di activities o e-tivities, il problema di base rimane lo stesso: si stenta a far capire soprattutto a chi gestisce il mercato degli ausili per l'apprendimento che il modo di concepire ed attuare le attività integrative nell'apprendimento, ...