Home » Archive

Annata 2008

n. 58 ottobre 2008 »

[1 ott 2008 | di Roberta Ferrarini, Dottoranda in “Migrazioni e processi interculturali” presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Genova e Cultrice della materia per la Cattedra di Didattica Generale presso la medesima Facoltà. ]
Le specificità delle diverse forme di comunicazione in rete, modificano l’assetto unidirezionale che caratterizza classicamente la relazione emittente – ricevente. Nella Computer Mediated Comunication come negli strumenti quali posta elettronica, forum, blog, newsgroup, mailing list, Mud, Moo, insomma , in tutti ...
[1 ott 2008 | di Simona Modica, Responsabile dei Servizi per la Cooperativa Sociale DONO di Genova e Collaboratrice alla Cattedra di Didattica Generale presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Genova. ]
Se dovessi individuare almeno due competenze indispensabili per il lavoro di educatore, elencherei senza dubbio per quanto riguarda gli aspetti di backoffice, la progettazione mentre per gli aspetti di front office le capacità relazionali; tra queste ultime sicuramente capacità di ...

n. 57 settembre 2008 »

[1 set 2008 | di Maria Alessandra Mariotti, Università di Siena – Dipartimento di Scienze Matematiche ed Informatiche ]
Nuove tecnologie ed educazione matematica...
[1 set 2008 | Giuseppe Accascina, Dipartimento Metodi e Modelli Matematici, Sapienza Università di Roma e-mail: accascina@dmmm.uniroma1.it Enrico Pietropoli, Liceo Classico E. Montale, Roma e-mail: enrico.pietropoli@libero.it Enrico Rogora, Dipartimento di Matematica, Sapienza Università di Roma e-mail: rogora@mat.uniroma1.it ]
Riassunto. Viene analizzato l’uso dei diagrammi digitali costruiti con Cabri 3D nell’insegnamento - apprendimento della geometria euclidea dello spazio, a livello di scuola secondaria superiore. Viene in particolare osservato come sia necessario ...
[1 set 2008 | Domingo Paola, Liceo Scientifico “A. Issel” Finale Ligure G.R.E.M.G. Dipartimento di Matematica Università di Genova SSIS Liguria Ornella Robutti, Dipartimento di Matematica Università di Torino SIS Piemonte ]
Introduzione Gli studi condotti sulla generazione e validazione di idee matematiche da parte di studenti sono focalizzati principalmente su ragionamenti di tipo induttivo e deduttivo (Balacheff, 1987; Bell, 1976). Con ragionamento induttivo si ...
[1 set 2008 | Domingo Paola, Liceo Scientifico “A.Issel” Finale Ligure G.R.E.M.G. Dipartimento di Matematica Università di Genova Ornella Robutti, Dipartimento di Matematica Università di Torino SIS Piemonte ]
Premessa Secondo Chevallard, gli oggetti della matematica si originano da problemi e dalle pratiche messe in opera per risolvere quei problemi (Chevallard, 1992). Inoltre i significati degli oggetti matematici devono essere individuati proprio ...
[1 set 2008 | di Laura Maffei e M.Alessandra Mariotti, Dipartimento di Scienze Matematiche ed Informatiche, Università di Siena ]
Abstract In questo contributo descriviamo e analizziamo i dati provenienti da un intervento di recupero, basato sull’utilizzo del software Aplusix, dedicato a ragazzi con difficoltà in algebra a livello di biennio di ...

n. 56 maggio/giugno 2008 »

[21 giu 2008 | di Alberto Parola, Dipartimento di Scienze dell'Educazione e della Formazione - Università degli studi di Torino, Vice Presidente del MED (Associazione italiana per l'educazione ai media e alla comunicazione) ]
La Media Education tra scuola ed extrascuola...
[21 giu 2008 | Gianna Cappello, Dipartimento di Scienze Sociali - Università degli studi di Palermo, Presidente del MED (Associazione italiana per l'educazione ai media e alla comunicazione) ]
1. Media education, scuola e mutamento sociale L’affermazione dei media come ambiente di vita nel quale si strutturano le identità e le relazioni sociali di generazioni sempre più “elettroniche” ha imposto alla scuola un cambiamento di prospettiva in varie direzioni, tutte strettamente ...
[21 giu 2008 | Alberto Parola, Dipartimento di Scienze dell'Educazione e della Formazione - Università degli studi di Torino, Vice Presidente del MED (Associazione italiana per l'educazione ai media e alla comunicazione) ]
IntroduzioneIl punto di forza di un gruppo che lavora per un obiettivo si caratterizza per l’incontro di professionalità e competenze diversificate. Il MED rappresenta, in effetti, una situazione di questo tipo: la ...