Home » Archive

Annata n. 75 aprile/maggio

n. 75 aprile/maggio »

[26 mag 2011 | Carmen Holotescu (University Politehnica/Timsoft) and Gabriela Grosseck (West University, Timisoara, Romania) ]
Editoriale Questo numero di Form@re propone ai suoi lettori sei interessanti articoli su una delle tecnologie più affascinanti degli ultimi anni: il microblogging. Gli autori – docenti universitari, ricercatori ed esperti – discutono le implicazioni di Twitter e delle altre piattaforme e servizi di microblogging nell’ambito dell’educazione. Oltre alle finalità generali, condivise da tutti gli autori, di esplorare in che modo il microblogging può essere inteso come una tecnologia per l’insegnamento, questo numero si concentra in particolare sulla questione se e come il microblogging può supportare l'apprendimento e il miglioramento del processo di formazione degli studenti.

n. 75 aprile/maggio »

[26 mag 2011 | Ilona Buchem, Beuth University of Applied Sciences, Berlino, Germania ]
Abstract. Il presente contributo introduce il concetto di apprendimento fortuito nel contesto di microblogging e discute le potenzialità di scoperte impreviste e inattese per l'apprendimento. L’apprendimento fortuito, come sottoinsieme dell’apprendimento incidentale, fa riferimento a un apprendimento che avviene tramite l’acquisizione di nuove intuizioni, con la scoperta di aspetti sconosciuti e il riconoscimento di connessioni apparentemente non correlate.
[26 mag 2011 | Malinka Ivanova, Technical University – Sofia, College of Energetics and Electronics ]
Abstact. L'uso dell’hashtag nei messaggi di Twitter sta crescendo tra la comunità educativa per vari motivi. Esplorare e capire come l’hashtag possa facilitare l’organizzazione dell'apprendimento e dell’auto-apprendimento è l'obiettivo principale di questo contributo. Vengono esaminati diversi strumenti disponibili online per la gestione dell’hashtag: la loro analisi ed utilizzazione può supportare l’assemblaggio di conoscenze e la costruzione di una rete di apprendimento.
[26 mag 2011 | Carmen Holotescu, Politehnica University of Timisoara e Gabriela Grosseck, West University of Timisoara, Romania ]
Abstract. Negli ultimi anni la tecnologia del microblogging ha dimostrato di essere la più audace protagonista nell’ambito dei social media. In tale ambito il servizio di maggior successo, capace di suscitare l'interesse dei professionisti del settore educativo, è Twitter. Sono state implementate varie piattaforme di microblogging dedicate alla formazione, quali Edmodo, Plurk, Cirip.eu o Twiducate.
[26 mag 2011 | Martin Ebner, Thomas Altmann, Selver Softic, Graz University of Technology, Austria ]
Abstract. In questo lavoro facciamo un resoconto su un’applicazione che permette un’analisi automatica del contenuto dei media sociali. In questa prima fase di sviluppo il nostro lavoro si concentra su dei dati relativi a Twitter (1), in quanto è attualmente la piattaforma di microblogging più popolare e maggiormente in crescita. Dopo un’introduzione di tipo generale, vengono esaminati i tweets di una conferenza di e-learning. Si mira a mostrare se sia possibile o no ottenere informazioni significative da un gruppo di post. Questo lavoro arriva alla conclusione che l’estrazione di una parola chiave può essere presa come base per ulteriori investigazioni e trattamento dei dati.
[26 mag 2011 | Terry Freedman, consulente ICT ]
Abstract. In questo articolo, Terry Freedman guarda alle modalità con cui servizi di microblogging come Twitter, Edmodo e Cirip vengono utilizzati nei processi formativi, sia in aula sia per lo sviluppo professionale. Sebbene il microblogging, a prima vista, non si presenti particolarmente utile per l'insegnamento e l'apprendimento, si dimostra vero esattamente il contrario.
[26 mag 2011 | Wolfgang Reinhardt e Matthias Moi, Università di Paderborn, Computer Science Education Group, Paderborn, Germania e Nina Heinze, Knowledge Media Research Center, Tübingen, Germania ]
Abstract. Nonostante i massicci cambiamenti sociali e tecnologici che si sono verificati a causa del Web negli ultimi anni, i corsi universitari spesso enfatizzano metodi di insegnamento da tempo consolidati e basati su strumenti di apprendimento e risorse tradizionali. Durante tali corsi gli studenti spesso acquisiscono una conoscenza che non è aggiornata e che è lontana da un apprendimento realistico, basato su problemi. L'uso di strumenti e metodi più recenti spesso rimane fuori dalla padronanza degli studenti. In questo contributo si descrive brevemente l’impostazione sperimentale di un seminario in due università tedesche dove l’uso di Social Media per la comunicazione e la collaborazione è stato saldamente integrato alla progettazione di un percorso di apprendimento formale. Si illustra, inoltre, l'utilizzo di Twitter durante il seminario, usando metodologie riprese dalla Social Network Analysis.
[26 mag 2011 | Andreas Robert Formiconi, Università di Firenze ]
  Abstract. L'articolo prende le mosse dalla distinzione proposta da Lawrence Lessig fra Internet e ciberspazio, dove quest'ultimo viene descritto come luogo di partecipazione e produzione di significato, ben oltre le tipiche funzionalità di Internet, riconducibili alla ricerca di risorse e ...
[26 mag 2011 | Filippo Bruni, università degli studi del molise ]
Abstract. Quali sono gli scenari possibili per i blog didattici? I social network in generale e servizi di microblogging più in particolare costituiscono una radicale alternativa o sono pensabili processi di integrazione? Il tentativo di individuare similitudini e differenze tra blog e social network/microblogging apre la prospettiva di una valorizzazione del microblogging per le attività di formazione in una logica di integrazione con altri strumenti.