Home » Search

Risultati della ricerca

n. 9/10 marzo/aprile 2002 »

[9 mar 2002 | di Antonio Calvani e Maria Ranieri | ]

Le potenzialità offerte dalla rete possono essere intese come un complesso flessibile, variamente adattabile ai diversi contesti formativi secondo regole, dinamiche e obiettivi da definire caso per caso. Quando si progetta una soluzione per la formazione in rete occorre avere la capacità di definire rapidamente le caratteristiche d’insieme della soluzione che è preferibile adottare. In una fase successiva, tale modello potrà essere “sviluppato” (e, qualche volta, lo sviluppo comporta anche una rivisitazione delle caratteristiche strutturali). Sta di fatto che individuare subito la tipologia complessiva ottimale è la prima operazione da …

n. 1 maggio 2001 »

[1 mag 2001 | di Antonio Calvani e Mario Rotta | ]

Nella storia della formazione a distanza è ormai accolta la distinzione introdotta originariamente da Garrison (1985) e Nipper (1989) tra tre “generazioni”, una prima basata sulla corrispondenza postale, di origine ottocentesca, una seconda, riportabile agli anni ‘60-’70, di tipo massmediale, una terza che si avvale dell’impiego delle reti telematiche, soprattutto nelle forme di computer conferencing. Della terza generazione Garrison sottolinea soprattutto il versante dal punto di vista del miglioramento dell’interazione insegnante-studente, mentre Nipper sottolinea il recupero di un tratto storico tipico dell’educazione degli adulti che tradizionalmente si è caratterizzata con …

n. 1 maggio 2001 »

[1 mag 2001 | di Antonio Calvani | ]

Ricerchiamo dei criteri per caratterizzare un corso di formazione on line. Uno schema pratico è quello riportato qui sotto, articolato in quattro dimensioni.
Si tratta di rispondere a quattro domande:

Quanta interazione con il
percorso?
Quanta interazione con il contenuto?

Quanta interazione
verticale?
Quanta interazione
orizzontale?

Con “quanta interazione con il percorso” intendiamo riferirci al fatto che l’insieme dei contenuti che l’allievo dovrà acquisire sia completamente strutturato sin dall’inizio oppure che questo possa, almeno in parte, essere integrato in itinere, attraverso le interazioni con il tutor e sulla base delle esigenze avanzate dal corsista stesso (come avviene negli approcci …